Medwellness Magazine: Il Circolo della Vita: il cordone ombelicale di un neonato potrebbe salvare la vita ad oltre 10.000 pazienti con sintomi gravi di COVID-19

Se per i casi più gravi si potranno usare le cellule staminali mesenchimali, cosa si puo’ fare come prevenzione, migliorando magari le nostre difese o resistenza al virus?

(an extract of an interview released by Prof. Camillo Ricordi to MedWellness magazine)

Nell’attesa di un vaccino efficace e sicuro, e comunque anche dopo il vaccino, stiamo lanciando un’iniziativa “fit4Pandemics” (in forma per le pandemie), su come preparare il nostro organismo a resistere meglio alle infezioni virali

come quelle da coronavirus, e, in caso di infezione, come diminuire il rischio di sviluppare casi più gravi.
In pratica si tratterebbe di potenziare le nostre difese immunitarie, modulando allo stesso tempo le reazioni infiammatorie e immunitarie esagerate, che possono portare a una serie di problemi, dall’autoimmunità alle reazioni iper-infiammatorie e iper-immuni presenti nei casi più gravi di COVID19.
Ci stiamo concentrando su dieta, stile di vita e supplementi che possano aiutarci a prevenire le infezioni, o non contrarre infezioni che possano provocare gravi danni.
Quello che riporto non è sicuramente una ricetta medica o il risultato di uno studio randomizzato prospettico, ma è quello che sto facendo io, assieme a altri colleghi che come me sono più esposti al contagio perchè lavorano in unità COVID19 o su
protocolli terapeutici e campioni infettati da analizzare.
Le molecole che stiamo considerando hanno dimostrato proprietà anti-infiammatorie, modulanti la risposta immune, antiossidanti, antinvecchiamento, antimicrobiche, o che prevengano l’eccessiva aggregazione piastrinica (iper-coagulazione).

La lista comprende Vitamina D, Vitamina C (liposomiale), Omega3 (EPA+DHA), Zinco e polifenoli, combinati a una sana dieta mediterranea, antiinfiammatoria con riduzione di cibi ricchi in Omega 6, favorendo cibi ricchi in Omega 3, e moderato esercizio fisico.
Recentemente stiamo studiando SIRT500, una combinazione particolarmente potente di analoghi e precursori del resveratrolo combinati con altre molecole protettive, che inizialmente erano considerate soltanto in ambito antiaging, ma che sorprendentemente stanno dimostrando un’azione di potenziamento della secrezione insulinica e anche protettiva contro i coronavirus.
I risultati non sono ancora stati pubblicati in riviste “peer reviewed”, ma confermano dati gia’ pubblicati, ottenuti con molecole analoghe. Verifiche scientifiche rigorose, sono in corso a Miami (diabete) e a Roma (coronavirus e COVID19).

In attesa di conferme scientifiche rigorose e in considerazione della sicurezza delle molecole descritte, intanto sia io che altri colleghi e collaboratori a rischio di contagio, stiamo seguendo questi suggerimenti di buon senso, per mantenere il nostro sistema immune “in forma” (fit4Pandemics). Questi suggerimenti non costituiscono in alcun modo un’alternativa a vaccini, o strategie di prevenzione validate da rigorosi studi scientifici, e nemmeno rappresentano in alcun caso una terapia in casi di COVID19.

Prof Camillo Ricordi